Benvenuto sul sito di Canapa Sativa Caserta
 
Associazione Canapa Sativa Caserta Iniziative dell'Associazione Canapa Sativa Caserta Collaborazioni dell'Associazione Canapa Sativa Caserta Associazione Canapa Sativa Caserta per l'agricoltura sociale Servizi dell'Associazione Canapa Sativa Caserta Rubriche dell'Associazione Canapa Sativa Caserta Contatti dell'Canapa Sativa Caserta
Logo dell'Canapa Sativa Caserta
 
Associazione Canapa Sativa Caserta: progetto canapa sativa
 

Canapa Sativa Caserta: campagna 2016
Dopo aver preparato i campi, ricevuto le sementi e avete proceduto alla semina, si deve presentare una denuncia di semina alle autorità di PS più vicine (di solito la locale stazione dei Carabinieri).
È bene precisare che non si tratta di chiedere un’autorizzazione, quindi è sufficiente depositare il modulo, corredato dalla fotocopia dei cartellini applicati alle confezioni di sementi, e trattenere una copia per sé, protocollata o timbrata.
Nei campi sperimentali si è provveduto alla coltivazione di canapa proveniente da sementi autorizzate inserite in una lista del Common Catalogue of Varieties of Agricultural Plant Species.
Coltivare canapa in Italia è legale a patto che la varietà di canapa coltivata contenga una percentuale di THC inferiore allo 0,2% e a patto che sia seguita la procedura stabilita dalla legge italiana ovvero dalla circolare del MIPAAF (Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali) nr.1 dell’8 maggio 2002.

 
Canapa Sativa Caserta: campagna 2016 semina   Canapa Sativa Caserta: campagna 2016 semina
 
Canapa Sativa Caserta: campagna 2016 semina   Canapa Sativa Caserta: campagna 2016 semina
 
Canapa Sativa Caserta: campagna 2016 semina   Canapa Sativa Caserta: campagna 2016 semina
 
La canapa (cannabis sativa) rappresenta una fondamentale risorsa naturale, vediamo i principali utilizzi
 

Alimentare: Semi di canapa
I semi di canapa sono considerati come un alimento sorprendentemente nutriente, ricco di acidi grassi polinsaturi considerati essenziali per il funzionamento dei muscoli e dei recettori nervosi, come l'acido linolenico, linoleico e alfalinoleico. I semi di canapa privi di THC (la sostanza considerata droga) contengono tutti gli amminoacidi considerati fondamentali per la sintesi delle proteine da parte del nostro organismo. Essi rappresentano un aiuto nella prevenzione di colesterolo alto, asma, sinusite, artrosi, tracheite e malattie legate all'apparato cardiocircolatorio. Dai semi di canapa è possibile ottenere due ulteriori alimenti: olio di canapa e tofu di canapa. In Italia cominciano a riaffiorare aziende che producono alimenti a base di canapa.
Alimentare: Olio di canapa
Dai semi di canapa spremuti a freddo viene ricavato l'olio di canapa, un prezioso integratore naturale da utilizzare preferibilmente a crudo per il condimento degli alimenti. Proprio come i semi stessi, l'olio di canapa si presenta ricco di grassi polinsaturi considerati benefici per il corretto funzionamento dell'organismo, con particolare riferimento all'apparato cardiocircolatorio. E' ricco di vitamina A, vitamina E e vitamine del gruppo B e presenta un gradevole sapore che ricorda le nocciole.
Bonifica
Le piante di canapa possono essere utilizzate per la bonifica di terreni contaminati da metalli pesanti attraverso un processo denominato "phytoremediation". La canapa è considerata particolarmente adatta allo scopo, in quanto, attraverso il proprio apparato radicale, è in grado di espletare la propria efficace capacità chelante nei confronti di contaminanti come arsenico e rame, oltre che di solventi e pesticidi. Essa viene utilizzata per i processi di bonifica del suolo con particolare riferimento ad aree degradate e dismesse, consentendo di operare attraverso una metodologia poco dispendiosa. Attualmente l'impiego della canapa per la bonifica dei terreni si trova in Italia in una fase di sperimentazione.
Tessuti
La pianta di canapa è considerata maggiormente produttiva rispetto al cotone per quanto concerne le fibre tessili. Inoltre, rispetto alla coltivazione del cotone, la coltivazione della canapa richiede un impiego di pesticidi e di fertilizzanti decisamente inferiore. Ricordiamo che il cotone rappresenta una delle coltivazioni con finalità tessili dal maggior impatto ambientale, sia per l'ingente ricorso a pesticidi, sia per quanto concerne l'impiego di risorse idriche. Dalla canapa si ottengono filati resistenti utilizzabili per la produzione di tessuti destinati alla produzione di manufatti tessili, accessori e capi d'abbigliamento.
Tavole
La canapa può essere considerata come un importante sostituto del legno nell'ambito dell'edilizia e della falegnameria. Dalla canapa è infatti possibile produrre delle tavole robuste e resistenti che possono sostituire le comuni tavole in legno. Le tavole di canapa vengono ottenute dall'impiego dei fusti interi di questa pianta, che vengono pressati e assemblati con l'ausilio di un collante. In questo modo possono essere ottenute tavole più leggere e flessibili rispetto alle tavole in legno.
BioEdilizia
La canapa è sempre più impiegata in edilizia come sostituto del cemento e dei mattoni. Ne è un esempio tutto italiano biomattone in grado di assorbire la Co2. Si tratta di una tipologia di mattone progettata per catturare le emissioni di anidride carbonica che raggiungono l'atmosfere e per garantire allo stesso tempo un ottimo isolamento termico ed acustico, al fine di giungere alla possibilità di costruire un ambiente salutare in cui vivere, anche grazie alla completa permeabilità al vapore del mattone stesso, in grado di garantire un ottimo confort abitativo e di rappresentare uno strumento innovativo per la bioedilizia, sia nell'ambito della costruzione di nuovi edifici che della ristrutturazione di quanto già esistente.
Materie plastiche
Soprattutto per quanto concerne la produzione di materie plastiche, la canapa può essere considerata come una concreta alternativa al ricorso al petrolio, al fine di dare inizio ad un distacco dalla dipendenza da esso. La cellulosa contenuta nella pianta permette infatti di ottenere materiali plastici degradabili che possono essere utilizzati per la produzione di imballaggi e di materiali da impiegare con una funzione isolante.
Combustibili
Un altro importante ambito per il quale la canapa può essere considerata come un vero e proprio sostituto del petrolio è costituito dalla produzione di combustibili da biomasse. Utilizzare la canapa come materiale di partenza per la combustione non incrementerebbe infatti i quantitativi di Co2 rilasciati in atmosfera, in quanto l'emissione di anidride carbonica durante la combustione sarevve controbilanciata dal quantitativo di Co2 assorbito dalla canapa stessa nel corso della coltivazione delle relative piante.
Carta
Dalla stoppa e dalla parte legnosa della canapa (canapolo) rimaste a seguito dell'estrazione della fibra tessile o dei semi, è possibile fabbricare sia carta di alta qualità che carta di comune utilizzo, impiegabile ad esempio per la stampa di giornali e per la produzione di cartoni. Il vantaggio maggiore relativo alla produzione di carta a partire dalla canapa è costituito dal fatto che per la sua realizzazione è possibile utilizzare gli "scarti" di un'unica coltivazione di canapa pensata per la produzione di semi o di fibre tessili.
Pacciamatura
Il fusto di canapa truciolato può essere utilizzato per effettuare un'operazione spesso considerata di basilare importanza in agricoltura e giardinaggio. Si tratta della pacciamatura. Essa si effettua ricoprendo il terreno di materiali – ad esempio frammenti di corteccia – utili al fine di mantenere l'umidità del suolo e ridurre così le necessità idriche delle piante, innalzare la temperatura del suolo, impedire la crescita delle erbacce e proteggere il terreno da precipitazioni ed erosione.

 
Campania Sativa: campagna 2016   Campania Sativa: campagna 2016
 
Campania Sativa: campagna 2016   Campania Sativa: campagna 2016
 
Campania Sativa: campagna 2016   Campania Sativa: campagna 2016
 

L'associazione realizza i propri scopi ispirandosi ai seguenti principi:
• Promuovere la diffusione dei principi di equità e di sostenibilità economica, sociale ed ambientale.
• Promuovere, tutelare e diffondere la coltivazione della Canapa industriale (cannabis) e il suo impiego nei vari settori produttivi e di utilizzo e aperta ad altre colture, tipiche del territorio.
• Stimolare e sviluppare la ricerca volta a favorire e agevolare tale coltivazione e l’impiego dei suoi prodotti nei vari settori di utilizzo, volgendo attenzione a valorizzare quelle caratteristiche che rendono questo elemento prezioso per la salvaguardia dell’ambiente, la salute e il lavoro dell’uomo.
• Rispettare e difendere la tutela dell'ambiente naturale attraverso l'utilizzo consapevole delle risorse naturali rinnovabili in sostituzione di quelle non rinnovabili.
• Sostenere la lotta contro l’inquinamento attraverso la coltivazione della canapa per la riqualificazione di terreni contaminati.
• Sussidiarietà tra i Soci e tra le strutture ai diversi livelli: locale, regionale, nazionale e sovranazionale.
• Tutelare, promuovere, comunicare e valorizzare le risorse agro-alimentari e del territorio.
Al fine di perseguire le suddette finalità, a mero titolo esemplificativo, l’Associazione potrà svolgere:
• Svolgere attività finalizzate alla tutela, promozione e valorizzazione della canapa come risorsa ecologica nel settore dell'agricoltura, dell'energia, della bioedilizia, del tessile, della carta e di ogni altro possibile settore di applicazione.
• Organizzare e/o partecipare a convegni, seminari e corsi di formazione su temi quali: l'eco sostenibilità, la biocompatibilità, le risorse rinnovabili, l'economia verde, la tutela del territorio, la canapicoltura.
• Svolgere attività di informazione, formazione, ricerca e documentazione.
• Organizzare e/o partecipare ad eventi come fiere, workshop, mostre, degustazioni, concorsi, proiezioni di video e film.
• Pubblicare riviste, bollettini, atti di convegni, materiali audio e video.
• Organizzare incontri ed eventi ed ogni altra attività associativa, culturale, ricreativa ed editoriale lecita ed aderente agli scopi citati.
• Contribuire in qualsiasi forma ed a qualunque titolo alla pianificazione del territorio, alla riqualificazione urbana, extraurbana e territoriale.
• Partecipare ad altri Circoli o Associazioni aventi scopi analoghi nonché partecipare ad enti o associazioni con scopi sociali ed umanitari.
• Stimolare, supportare, coordinare la presentazione nel settore della canapicultura di progetti sperimentali e innovativi finanziati con fondi UE, regionali, provinciali o di privati.
• Attuare ogni altra iniziativa o esercitare ogni altra attività necessaria o meramente opportuna al fine del raggiungimento degli scopi che precedono.

 
 
Per rimanere aggiornato sui convegni, gli eventi e le attività dell’associazione Canapa Sativa Caserta, seguici sui social netowork
 
 
link alla pagina di facebook
 
link alla pagina di flickr
 
link alla pagina di google plus
 
link alla pagina di twitter
 
link alla pagina di you tube
 
link alla pagina di pinterest
 
 
 
 
banner
 
 
Caserta e la sua Provincia: la Reggia   Caserta e la sua Provincia: gli itinerari
link1 Caserta e la sua Provincia   link2 Gli itinerari di Caserta e la sua Provincia
 
 
Caserta e la sua Provincia: i beni culturali   Caserta e la sua Provincia: l'ambiente naturale
link3 Beni culturali   link4 L'ambiente naturale
 
 
Caserta e la sua Provincia: a tavola   Caserta e la sua Provincia: ricettività
link5 Caserta a Tavola   link6 Ricettività
 
 
Associazione Canapa Sativa Caserta Iniziative dell'Associazione Canapa Sativa Caserta Collaborazioni dell'Associazione Canapa Sativa Caserta Associazione Canapa Sativa Caserta per l'agricoltura sociale Servizi dell'Associazione Canapa Sativa Caserta Rubriche dell'Associazione Canapa Sativa Caserta Contatti dell'Canapa Sativa Caserta